Gimme Danger: Jim Jarmush racconta gli Stooges Featured

Giovedì, 16 Febbraio 2017 00:33
  • Written by 
  • DISQUS_COMMENTS

Gimme Danger: official poster del film

Esce nelle sale italiane il 21 e il 22 febbraio Gimme Danger, docu-film di Jim Jarmusch incentrato sulla figura degli Stooges. Un film che lo stesso Jarmusch ha considerato come una “lettera d’amore”. Una lettera d'amore che racconta molto di più.

 

Gimme Danger: i The Strooges raccontati da Jim Jarmusch

GIMME DANGER: CHE COS'È?


Che Jim Jarmusch e Iggy Pop avessero molto in comune lo si sapeva già . Non è tanto la storica amicizia tra i due – che ha portato più volte a una collaborazione artistica, si pensi a Dead Man o Coffee and Cigarettes - quanto la scelta da parte di entrambi di sottrarsi alle logiche del mercato per “fare quello che si vuole”.
Ecco cos’è Gimme Danger : non solo una sincera “lettera d’amore” di Jarmusch nei confronti dei The Stooges, ma anche il culmine di un sodalizio spirituale tra le due personalità più rock del panorama culturale attuale.

GIMME DANGER: MOLTO PIÙ DI UN DOCU-FILM SUI THE STROOGES


Il docu-film, presentato al Festival di Cannes nel 2016,  sarà presente nelle sale italiane solo per il 21 e il 22 febbraio.
Gimme Danger si concentra particolarmente sui primi tre album degli Stooges (The Stooges, Fun House, Raw Power) e quindi in quell’arco temporale che va dal 1969 al 1973. Attraverso le testimonianze di Iggy (qui particolarmente lucido e preciso nel ricordare tutte le tappe del percorso degli Stooges), e gli altri ex componenti Ron e Scott Asheton (questi ultimi intervistati prima della loro scomparsa) e James Williamson, veniamo catapultati dagli anni Sessanta in una piccola cittadina del Michigan all’approdo nella scena londinese degli anni Settanta, fino alla separazione definitiva. Vengono affrontati tanti capitoli nel corso della chiacchierata: gli inizi nella band del liceo, le droghe, il successo, l’esibizionismo di Iggy, l’avvento di David Bowie, la “condotta” dei componenti della band, il crollo .
Gimme Danger: Iggy live sul palco

Per quanto la loro bravura sia stata riconosciuta solo a posteriori, Jarmusch insiste a più riprese nel sottolineare quanto la band sia stata importante per l’influenza che ha avuto nella cultura pop-rock di massa dagli anni 70 agli anni 90 (non si contano le cover di No fun negli ultimi 40 anni, per esempio) per via dell’anarchismo spietato del suo frontman e per il suono decisamente sporco e non convenzionale ai dettami del rock classico.


Un film che non mira quindi a creare un’atmosfera nostalgica (e dire che non sarebbe poi tanto difficile cadere nella trappola poiché Iggy è al momento l’unico componente della prima formazione della band ancora vivo) , ma a celebrare la contemporaneità e la freschezza di uno stile originale e totalmente anticonformista. Come Iggy. Come Jarmusch.

 

Seguici anche su Facebook

e-max.it: your social media marketing partner
Last modified on Giovedì, 16 Febbraio 2017 09:44
Rate this item
(0 votes)
Federico Riccardo

Contributor RoarMagazine dal 2015
Bio in costruzione

Website: https://www.facebook.com/dorello.dorelli

LE NOVITÀ

Netflix
Serie tv Cult
film 2015
Film tratti da libri

cappellosenzatesta-loris-dogana-banner

Calendario

« February 2017 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          

Seguici su Facebook

 

Le nostre interviste

SCELTI PER TE

Seguici su G+

CAPPELLOSENZATESTA