Diventa Fan di Roar Magazine su Facebook Segui i tweet di Roar Magazine Segui Roar Magazine su Tumblr Segui Roar Magazine su Pinterest Segui Roar Magazine su LinkedIn Segui i tips di Roar Magazine su Foursquare Guarda i video di Roar Magazine su YouTube Iscriviti gratis ai feed di Roar Magazine

Articoli

Cosa piove dal cielo? - Recensione. L'incomprensibile linguistica

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Cosa piove dal Cielo, film di Sebastián Borensztein, che non cade nel facile stereotipo, ma che fa delle incomprensioni linguistiche la sua forza.

COSA PIOVE DAL CIELO? - RECENSIONE. L'INCOMPRENSIBILE LINGUISTICA

LA TRAMA DI COSA PIOVE DAL CIELO

cosa-piove-dal-cielo-film

Roberto (Ricardo Darín) è un uomo scontroso, abitudinario e solo, che gestisce una ferramenta a Buenos Aires. La rigidità con cui conduce la propria vita, evitando di allacciare relazioni umane profonde, viene sconvolta dall’incontro con Jun, un ragazzo cinese che non spicciola neanche una parola di spagnolo, venuto in Argentina per incontrare suo zio.

Il parente del ragazzo sembra essere sparito, così Roberto vivrà la settimana più strana della sua vita. Strana come gli strampalati articoli di cronaca che raccoglie in un’agenda.

LO STEREOTIPO EVITATO

Scritto e diretto da Sebastián Borensztein, Cosa piove dal cielo ha vinto due premi – miglior film e premio del pubblico – all’ultimo Festival Internazionale del Film di Roma. Successo meritato, perché la mistura tra momenti leggeri e drammatici è gestita in modo ottimale, senza trascurare alcune punte di grottesco.

È da apprezzare come Borensztein non si sia lasciato prendere dalla comoda caduta nello stereotipo, esaltando così l’incomprensione linguistica, e non solo, che regge la pellicola.

Se la trama si snoda anche tra la chinatown di Buenos Aires e l’ambasciata cinese, e in una scena una riccioluta donna argentina osserva con invidia i lisci capelli di Jun, gli elementi puramente etnici non risultano mai fini a loro stessi. Anzi vengono sfruttati con intelligenza.

NON SI RIDE TANTO, MA...

Pur essendo una commedia non si ride molto, come per esempio accade con il recente Quasi Amici; tuttavia non mancano scene divertenti e nell’epilogo il cerchio si chiude a dovere, restituendo la serenità a tutti, spettatori compresi.

Roberto e Jun, unendo le loro vite, dimostreranno che l’incomprensione dell’altro non dipende soltanto dalla diversità di lingua, ma spesso è da ricercare nella storia personale di ognuno di noi. Storia che può influire negativamente su scelte importanti se non la si affronta una volta per tutte.

(Seguici anche su FacebookTwitter)

cosa-piove-dal-cielo-scena-del-film

Cosa piove dal Cielo, film di Sebastián Borensztein, che non cade nel facile stereotipo, ma che fa delle incomprensioni linguistiche la sua forza.

LE NOVITA'

serie tv 2013 2014
cappellosenzatesta-loris-dogana%20original 

Calendario

« April 2014 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        

Cerca per autore

Seguici su G+

 

 

Join us on Facebook

 
Default Theme
Layout Direction
Body
Background Color [r]
Text color [r]
Top
Top Background Image
Background Color [r]
Text color [r]
Bottom
Bottom Background Image
Background Color [r]
Text color [r]