Diventa Fan di Roar Magazine su Facebook Segui i tweet di Roar Magazine Segui Roar Magazine su Tumblr Segui Roar Magazine su Pinterest Segui Roar Magazine su LinkedIn Segui i tips di Roar Magazine su Foursquare Guarda i video di Roar Magazine su YouTube Iscriviti gratis ai feed di Roar Magazine

Cinque modi per uscire dal precariato con successo. Featured

Lunedì, 08 Agosto 2011 22:39

CINQUE MODI PER USCIRE DAL PRECARIATO (si prega di leggere tutto l'articolo con voce impostata, mento in fuori e accento fiero) -
Giovani italiani, il tempo delle decisioni irrevocabili è giunto. Giovani e nerboluti italiani, E' TEMPO DI CRISI.piazza venezia 10 giugno 1940

Purtroppo, nonostante i sovraumani sforzi, il Comunismo in Italia ha vinto e il paese è schiacciato dalle tasse comuniste volute da Prodi, Padoa Schioppa, Visco e dal cane ribelle di Rutelli.

La squallida associazione Maoista nota ai più come Comunità Europea, ci ha imposto una manovra estremamente, irreparabilmente e volutamente oppressiva, che servirà solo da paravento poiché non favorisce la crescita nè adempie in alcun modo alla costruzione di un ipotetico futuro per le nuove generazioni in questo Paese.

Questo ultimo punto, tendiamo a sottolinearlo, non rientra fra le preoccupazioni del Governo, poichè pensavamo che i comunisti si fossero già mangiati le nuove generazioni quando erano in fasce.
Evidentemente, alcuni stupidi hippy devono aver nascosto le loro sozze cucciolate e/o devono averle rese indigeste. E' per questo motivo, per colpa degli hippy, che oggi ci ritroviamo con tutta questa feccia precaria. Assolutamente, fieramente e televisivamente, la colpa non è in alcun modo nostra. 

La colpa non è nostra, nè ascrivibile ad alcun governo, nè tanto meno al 68° uomo più ricco del pianeta che, italianamente, patriotticamente e giustamente, ha solo agito per un bene assoluto e superiore.
Un bene che non è di questo regno. Nè di quell'altro. Bensì dei paradisi fiscali, in cui non entrerete nemmeno da morti... quindi fatevi i cazzi vostri e piantatela di fare domande.

I CONSENSI SONO PRECIPITATI - Tristemente però, qualche infido, infame, pusillanime e comunistissimo  uomosessuale, ha insinuato che la mia perfettissima, bellissima, incredibilissima e ancora sessualmente attivissima figura, ha subito un tracollo nei sondaggi.

Proprio per questo, per dimostrarvi che sono con voi, oggi dallo yacht del mio pargolo Pier, vi invio questa pratica guida in cinque punti per sopravvivere al precariato (che poi che sarà mai, una malattia della pelle?).

Ci tengo a precisare che ITALIANAMENTE, ho steso di mio pugno questa guida sulla natiche di una italianissima escort dalle chiappe chiare che ho salvato dal postribolo senza ritorno della laurea in Comunicazione. Poiché c'è da dirlo, anche se io grazie alla comunicazione ho costruito un impero, è comodo che tutti voi pecoroni fieramente italiani continuiate a pensare che la comunicazione è solo una emerita perdita di tempo. E che la comunicazione la deve fare solo, fieramente ed italianamente, Bruno Vespa.


VADEMECUM FIVE STEPS PER SOPRAVVIVERE AL PRECARIATO

Fate come Briatore, lui non è mai stato precario1° REGOLA DEL VADEMECUM FIVE STEPS PER SOPRAVVIVERE AL PRECARIATO
Mai parlare del precariato. Se non ne parli, non esiste. E' un po' come quando sei inseguito dal T-Rex, se chiudi gli occhi lui non ti vede. O forse quello era nascondino. Non lo so. In ogni caso, un paio di millini (4 banconote da 500 euro, pezzenti!) fanno passare la paura a chiunque, pure al precariato.

2° REGOLA DEL VADEMECUM FIVE STEPS PER SOPRAVVIVERE AL PRECARIATO
Non diventate precari. Se accettate anche solo il primo contratto di precario, siete uno di loro. A vita! Fate un'altra cosa invece, fondate una bella azienda e diventate imprenditori. In questo modo potrete far diventare precari gli altri

REGOLA DEL VADEMECUM FIVE STEPS PER SOPRAVVIVERE AL PRECARIATO
Puntate sempre e solo sul culo. Uomo o donna che tu sia, sappi che questo non è un paese meritocratico, quindi SVEGLIATI E FAI VEDERE IL CULO. Fai la carina con l'amministratore delegato dell'azienda per cui lavori e da cui non sei pagata. Vai a lavoro bella carenata e sorridi quando ti fanno i complimenti. Sono quelle le cose che contato. E ricorda, è più importante essere belle che intelligenti. Questo discorso vale anche per te, precario uomo! Sappi che anche tu devi essere prima bello, poi, forse, in grado di cogitare. Ma non è detto.

4°REGOLA DEL VADEMECUM FIVE STEPS PER SOPRAVVIVERE AL PRECARIATO
Non perdere tempo con gli ideali e l'attivismo politico. Disinteressati di tutto e di tutti e fatti i cazzi tuoi. Hai mai visto un imprenditore precario? No! E lo sai perchè? Perchè si fa i cazzi suoi!
Hai mai visto un politico precario? No! E lo sai perchè? Perchè si fa i cazzi suoi!
Hai mai visto un giudice precario? No! E lo sai perchè? Perchè li ammazziamo con tutta la scorta!

REGOLA DEL VADEMECUM FIVE STEPS PER SOPRAVVIVERE AL PRECARIATO
Se proprio siete nella merda, fate quello che farebbe Flavio. Indossate un bel costumino scosciato da 6/7 millini e chiedetevi "Cosa farebbe Flavio?". Ecco, seguite il suo esempio. Sempre e comunque. Lui si che sa che cosa sono le difficoltà della vita.

E se dopo questa fantastica guida FIVE STEPS PER USCIRE DAL PRECARIATO, siete ancora precari, vedete di andarvene a fanculo in un altro paese, perchè qui, nella fierissima Italia, noi i giovani non li vogliamo.

 

Last modified on Venerdì, 06 Dicembre 2013 12:05
Rate this item
(0 votes)
Read 1035 times

LE NOVITA'

serie tv 2013 2014
cappellosenzatesta-loris-dogana%20original 

Calendario

« April 2014 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        

Cerca per autore

Seguici su G+

 

 

Join us on Facebook

 
Default Theme
Layout Direction
Body
Background Color [r]
Text color [r]
Top
Top Background Image
Background Color [r]
Text color [r]
Bottom
Bottom Background Image
Background Color [r]
Text color [r]